Il gruppo Convivium Decrescita Torino

Il gruppo Convivium Decrescita Torino è nato nel 2015 dall'idea di riscoprire un antico metodo di lettura condivisa, già praticato da alcuni di noi, e di intrecciarlo con la pratica illichiana del convivium.

L’idea, in sé apparentemente innocua, è diventata un’occasione di incontro e di ascolto. Una manciata di persone che non si erano mai viste prima ha scelto di percorrere insieme un sentiero, che ci ha portato ad osservare il mondo, attorno a noi e dentro di noi, attraverso la lente fornita, dapprima, da alcuni autori importanti del pensiero della decrescita, come Ivan Illich e Cornelius Castoriadis. E’ stato così che, sera dopo sera, lettura dopo lettura, abbiamo cominciato a prenderci gusto. Proprio come suggerisce Illich, abbiamo riscoperto nella convivialità un’occasione per incontrarsi e fermarsi a pensare, per aprire una parentesi nel frastuono quotidiano, e per provare a "crescere" (!) attraverso il confronto e la condivisione.

Le letture

Il primo ciclo di letture sui precursori della decrescita ci ha spinto ad interrogarci sulle alternative all'attuale modello socio-economico. Il secondo ciclo è stato dedicato alle Utopie Concrete. E’ possibile costruire alternative? Qualcuno ci ha provato nella storia e qualcuno ci sta provando oggi? Con queste domande ci siamo accostati a Tommaso Moro e al suo viaggio fantastico sull'isola di Utopia, per poi passare a Gandhi e alla sua lotta per l’autodeterminazione e a Tolstoj, che lo ha fortemente influenzato; abbiamo poi esplorato Thoreau e la sua ricerca attraverso la natura selvaggia, per arrivare ad Owen, che attraverso i suoi esperimenti ha provato a costruire comunità alternative a quelle del suo tempo. Per non restare troppo sulle nuvole, abbiamo conosciuto gli amici della Rete Italiana Villaggi Ecologici e di Mondo di Comunità e Famiglia e ci siamo confrontati con chi oggi sta concretamente tentando con coraggio ed entusiasmo modelli di vita alternativi.

Il progetto Scenari di futuro

Il progetto Scenari di futuro è nato in seno a questo percorso, come azione che sentiamo urgente e necessaria al fine di ricordarci che, per quanto difficile sia la sfida a cui l'insostenibilità dell'attuale modello di sviluppo ci pone di fronte, dovremo in qualche modo affrontarla. Distogliere lo sguardo dal futuro, e rimanere ancorati alla quotidianità e ai suoi sempre più numerosi problemi, ci permette di non guardare quello che ci spaventa. Ma è una tranquillità artificiale e superficiale. Guardare in faccia alla realtà non è mai facile: la nostra proposta è provare a farlo insieme, cercando poi di elaborare percorsi concreti di transizione.

Consiglio Regionale del Piemonte

Logo Equamente GIF

Logo Italia che Cambia

Associazione Decrescita

Gruppo Abele

Sereno Regis

Circolo dei Lettori

logomdf-01

Logo_Gastorino_1339

logo_MondoErre

logo_isola

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now